United States
Seleziona il paese
  • Europe
  • North america
  • South america
  • Asia / Pacific
  • Middle East / Africa

Criteri di scelta

Criteri di scelta
 

Nota

Non deve essere possibile un avviamento involontario della macchina dopo che una persona, avendo attraversato l’area sensibile, venga a trovarsi – non rilevata - all’interno dell’area pericolosa.

Metodi idonei per eliminare questo rischio sono:

  • Uso della funzione di Start/Restart-interlock con comando posizionato in modo che la zona pericolosa sia visibile e che il comando non sia raggiungibile da chi si trova all’interno della zona pericolosa. Il comando di Restart deve essere controllato in sicurezza
  • Uso di un sensore di presenza uomo all’interno dell’area pericolosa
  • Uso di ostacoli che impediscano alla persona di rimanere – non rilevata - fra la zona protetta dal sensore e la zona pericolosa

 

1. Definizione della zona da proteggere.

2. Definizione del tipo di rilevamento:

  • dita o mani
  • accesso del corpo di una persona
  • presenza di una persona in una area pericolosa.

3. Definizione della distanza di sicurezza tra barriera e punto pericoloso.

 

4. Definizione del Livello/Tipo di sicurezza da adottare secondo ISO 13849-1, IEC 62061 o IEC 61496.


Definizione della zona da proteggere

  • Considerare la conformazione della zona:
    • forma e dimensioni: larghezza e altezza dell’area di accesso
    • posizione degli organi pericolosi
    • possibili punti di accesso.
  • La barriera deve essere posizionata in modo da:
    • rendere impossibile l’accesso alla zona pericolosa dall’alto, dal basso e dai lati senza avere prima intercettato il campo protetto dalla barriera.

È possibile utilizzare uno o più specchi deviatori per realizzare protezioni di aree aventi accessi su più lati con sensibile riduzione dei costi perché tale soluzione evita la necessità di utilizzare più barriere.


zona da proteggere

 

Definizione tipo di rilevamento


  RILEVAMENTO CARATTERISTICHE VANTAGGI
rilevamento dita o mani Dita o mani Tipo di rilevamento necessario
quando l’operatore deve
lavorare a breve distanza
dal punto pericoloso.

La risoluzione della barriera
deve essere uguale
o inferiore a 40 mm.
Possibilità di ridurre
gli ingombri limitando al massimo
lo spazio tra protezione
e pericolo.

Riduzione tempi di carico
e scarico macchina.

Minore affaticamento operatore,
maggiore produttività.
rilevamento corpo Corpo
(uso come trip device)
Tipo di rilevamento ideale
per controllo di accessi
e protezioni perimetrali
su uno o più lati
anche su lunghe distanze.

La barriera deve essere
posta ad almeno 850 mm
dal pericolo.

Barriera normalmente
composta
da 2-3-4 raggi.
Costo della protezione molto ridotto
grazie ad un numero di raggi
limitato.

Possibilità di proteggere aree
di grandi dimensioni anche
con l’uso di più specchi deviatori.

Vedi nota a fianco.
rilevamento presenza in area di rischio Presenza
in area a rischio
Tipo di rilevamento realizzato
con posizionamento
orizzontale della barriera
che consente di controllare
in modo continuo la
presenza di un ostacolo su
una determinata area.
La risoluzione della barriera
dipende dall’altezza del
piano di rilevamento, ma
in ogni caso non può
superare 116 mm.
Possibilità di controllare
zone non visibili
dai punti di comando
della macchina.

 

Continua ... Calcolo della distanza di sicurezza